Il bacio come preliminare

 

       Il bacio come preliminare

Trilussa scriveva: “Il bacio è il più bel fiore che nasce nel giardino dell’amore”. Nel giardino dell’amore, il bacio come preliminare è sicuramente il fiore più importante!

Da dove nasce il termine “bacio”?

Proviene dal latino basium; ma in latino, questo non era l’unico nome del bacio. Il bacio era definito anche dai termini l’osculum e il suavium, con delle sfumature di significato molto diverse tra loro. L’osculum era il bacio d’amicizia e rispetto, che per esempio ci si scambiava fra famigliari, e che pure poteva essere dato sulla bocca. Il suavium era invece il bacio erotico, con una carica passionale quasi volgare. Il basium aveva un valore intermedio, che partecipava tanto dell’affetto quanto di una dimensione amorosa.

Oggi come avrete immaginato, noi parleremo del suavium, ovvero quel bacio passionale e sensuale che è il preludio del rapporto sessuale. 

Il bacio come preliminare è utilizzato naturalmente per accendere il desiderio proprio e del partner prima di arrivare al sesso. Quando non è un semplice bacio “a stampo” ma subentra una certa tensione erotica, il contatto tra le labbra è un chiaro segnale del voler andare oltre le semplici coccole.

Perchè il bacio è importante?

I preliminari sono fondamentali all’interno di una coppia, poichè preparano i partner all’eccitazione. Questa preparazione è sia fisica che mentale. Nel primo caso i nostri genitali iniziano ad inumidirsi e lubrificarsi, emettendo liquido vaginale e seminale,  che servirà poi durante l’amplesso per facilitare la penetrazione ed evitare l’attrito tra le parti intime. Nel secondo caso, la preparazione mentale viene spesso “ignorata” o comunque valutata meno, invece è essenziale per l’esito positivo che ci si aspetta da un incontro sessuale. Un bacio appassionato ed erotico, crea un’esplosione di desiderio, un pregustare la portata principale. Senza il bacio, tutto ciò che arriva dopo appare meccanico e poco piacevole ai sensi.

Il bacio è più intimo del sesso?

Ovviamente non si può rispondere in modo assoluto a questa domanda, però è stato dimostrato che il bacio, rispetto al semplice atto sessuale, lega maggiormente due persone e le fa sentire connesse. Nel loro libro “Sex, Work and Sex Work: Eroticizing Organization”, i sociologi Joanna Brewis and Stephen Linstead scrivono infatti: “Il bacio rappresenta un genuino desiderio d’amore per qualcun altro infatti le coppie che si baciano di più sono anche quelle più gratificate dalla relazione. Inoltre è solo evitando di baciare sulle labbra i loro clienti che le prostitute sono in grado di non farsi coinvolgere riuscendo così a tenere al fuori le loro emozioni.” 

Bacio, sesso ed emozioni

Questa riflessione sul mestiere della prostituzione, in cui effettivamente il bacio non viene concesso, fa concludere che in effetti l’intimità che crea il contatto tra le labbra, porta con se un bagaglio di emozioni, sensazioni e coinvolgimento che non può non influenzare profondamente una persona.

Il baciarsi sia un’attività “emotivamente” e psicologicamente molto importante e ciò è sostenuto anche da una ricerca  della Butler University in Indiana in cui il 90% degli intervistati è stato in grado di ricordare i più intimi particolari del primo bacio (come erano vestiti, dove si trovavano, cosa avevano detto etc. etc.). Infatti le emozioni, come sanno bene gli esperti di comunicazione e marketing, sono il motore principale dei ricordi. Quando noi ricordiamo qualcosa, non riaffiora alla mente solamente l’immagine, ma tutte le emozioni che ci sono dietro a quel ricordo specifico.

Il bacio nella terapia sessuologica

Una domanda che faccio spesso alle coppie di pazienti è “quanto vi baciate durante il giorno? e durante il sesso?”. La risposta, nelle coppie che hanno problemi sessuali e relazionali è sempre la stessa: o non si ricordano (perchè è da tanto che non si baciano) o ammettono di baciarsi molto raramente.

Il mio lavoro può iniziare anche da questo, ovvero far ritrovare l’intimità all’interno della coppia. Il bacio serve per ri-conoscersi, sentirsi, assaporarsi, rigenerare quella sintonia e quella passione persa. Il desiderio passa attraverso piccoli gesti, dimostrazioni d’amore, e il bacio rende evidente questo desiderio addormentato. Spesso i partner si dimenticano di coltivare giornalmente la loro relazione attraverso azioni apparentemente banali ma fondamentali come il darsi un bacio. Nel momento in cui diventano consapevoli di ciò che si sta tralasciando, spesso si è già a metà dell’opera.

Il bacio nel Kamasutra

Non a caso, l’opera più famosa sulla sessualità e l’erotismo, parla del bacio come un atto con un ruolo fondamentale in tutto il rapporto, non solo inizialmente, dal punto di vista intimo. Il bacio non è da intendersi solamente nell’incontro reciproco delle labbra tra i partner, ma anche il contatto tra le labbra di uno e le zone erogene sparse su tutto il corpo dell’altro.

I vari tipi di bacio secondo il Kamasutra

  • Leggero(quando le bocche si sfiorano appena)
  • Fremente (quando la donna muove il labbro inferiore mentre il suo amante preme la bocca sulle labbra di lei)
  • Toccante (il bacio profondo)
  • Normale (quando le labbra degli amanti sono a stretto contatto)
  • Inclinato (quando le teste dei due amanti sono inclinate)
  • verso Sopra (quando uno dei due amanti volge il viso dell’altro verso il proprio trattenendo la testa e il mento)
  • che Preme (quando il labbro inferiore è premuto con forza)
  • che Preme Molto (un bacio profondo che preme il labbro inferiore)
  • del Labbro Superiore (quando un uomo bacia il labbro superiore della donna, mentre lei bacia il labbro inferiore di lui)
  • Agganciato (quando uno dei due serra le labbra dell’altro alle sue)
  • Combattimento della Lingua (i denti, il palato e la lingua dei due partner si toccano).

Vi lascio con una poesia molto intensa di Erich Fried riguardante il bacio.

“Come ti si dovrebbe baciare”

Quando ti bacio non è solo la tua bocca

non è solo il tuo ombelico

non è solo il tuo grembo che bacio.

Io bacio anche le tue domande e i tuoi desideri

bacio il tuo riflettere i tuoi dubbi e il tuo coraggio il tuo amore per me e la tua libertà da me

il tuo piede che è giunto qui e che di nuovo se ne va

io bacio te così come sei e come sarai domani e oltre e quando il mio tempo sarà trascorso.

Per avere una panoramica più ampia rispetto alla sessuologia clinica contemporanea, potete guardare la mia intervista per Medicina Regione Lazio presso Radio Roma Capitale.

Per informazioni:
Dott.ssa Veronica Cicirelli – Psicologa, Psicosessuologa.
💌 veronica_cicirelli@hotmail.it
☎ 3775374456

Risultato immagini per icona instagram Psicosessuologia_online  Risultato immagini per icona facebook Dott.ssa Veronica Cicirelli – Psicologa